Con lo show cooking la colazione in albergo è ancora più gustosa

Qualità e varietà dei prodotti, atmosfera della sala e cordialità del personale, sono tutte caratteristiche che rendono la prima colazione un’esperienza piacevole per l’ospite.
Come può un albergo differenziarsi e far vivere al cliente una colazione-esperienza da vero gourmet?
C’è un altro fattore da prendere in considerazione ed è la scelta del format. Quando facciamo colazione in albergo, siamo abituati al tavolo del buffet. Se invece trovassimo un cuoco che cucina al momento proposte fresche e stuzzicanti? La formula show cooking ha il valore di trasformare la colazione in un’esperienza gustosa che coinvolge tutti e cinque sensi.
Ne parliamo con Sara Isopo, giovanissima cuoca addetta allo show cooking della sala colazione di FH55 Grand Hotel Palatino di Roma. 19 anni e tanta passione per le materie prime, con le quali ama stare a contatto per esprimere la propria creatività. Sara adora questo lavoro e non lo cambierebbe per niente al mondo.

1. Cucina espressa e pietanze preparate al momento = qualità

Veder preparare sotto i propri occhi il piatto della prima colazione non capita tutti i giorni.
“Ai nostri clienti piace molto vedermi con le mani in pasta. Abbiamo optato per questa formula per dare una scelta ancora più ampia ed elevare la qualità della colazione. L’ospite ha la possibilità di apprezzare la genuinità degli alimenti, vede come uso gli ingredienti ed è interessato alla preparazione del piatto”.

2. Quando freschezza e stagionalità fanno da padrone

Con lo show cooking l’ospite ha la possibilità di percepire direttamente se gli ingredienti sono freschi. Tutto parla: il colore, la superficie e la forma.
“Il nostro angolo è strutturato per cambiare ogni mese e stagione: per le acque aromatizzate si passa da quella al melograno, adatta a un periodo autunnale, a quella al limone e ginger per l’estate. Oltre a waffel, omelette e uova fritte, il punto di forza è l’angolo centrifughe, dove mixo verdura e frutta fresca di stagione per preparare succhi sempre diversi”.

Colazione in albergo personalizzata - FH55 Grand Hotel Palatino

3. Via libera alle personalizzazioni e richieste ad hoc

Si parla spesso di venire in contro alle esigenze del cliente per una colazione che rispecchi davvero i suoi gusti e abitudini alimentari. Con un cuoco che cucina davanti agli ospiti, le personalizzazioni sono all’ordine del giorno.
I clienti hanno la possibilità di scegliere direttamente la frutta e la verdura che preferiscono: il risultato è una centrifuga su misura. A volte mi chiedono dei suggerimenti, quindi indago se prediligono il gusto dolce o secco o ancora una centrifuga salutare; in quel caso cerco il giusto abbinamento in base alle caratteristiche nutritive delle materie prime. Le centrifughe sono apprezzatissime da vegani e vegetariani, che hanno così un’alternativa gustosa alla classica colazione”.

Show cooking - Colazione in albergo personalizzata - FH55 Grand Hotel Palatino
Sara, Cuoca addetta allo Show Cooking – FH55 Grand Hotel Palatino

4. I prodotti della cultura locale

La colazione continentale o all’inglese soddisfano la maggior parte degli ospiti di un albergo. Chi viaggia però deve avere la possibilità di provare anche i prodotti locali, per conoscere la cultura del posto attraverso il cibo.
Ogni mese offriamo un prodotto legato alla tradizione enogastronomica locale, con l’intento di comunicare il valore del nostro territorio. In questo periodo abbiamo optato per il maritozzo, che farcisco al momento con panna fresca”.

5. La relazione con il cliente

Le persone sono il primo canale di contatto del cliente e sono in grado di influenzare la sua esperienza.
“Il fattore umano è alla base del mio lavoro. Con l’angolo show cooking la distanza tra cliente e cuoco viene meno, c’è un’interazione diretta e gli ospiti sembrano apprezzare molto quando li accolgo con un festoso buongiorno, mentre sono già pronta a preparare per loro una centrifuga o un bel maritozzo alla panna”.

Vuoi provare un’esperienza che coinvolge tutti e cinque i sensi? Prenota una camera con prima colazione a FH55 Grand Hotel Palatino.

 

Francesca Pallecchi
Redattrice

Tra un post e l’altro mi diletto con qualche concertino, un buon libro e un pizzico di meditazione. Ma niente mi rende più felice di viaggiare per il mondo zaino in spalla. Il mio motto è: l’importante è partire!

 

Leave A Reply