La storia di Yee Myint e il riscatto delle donne birmane grazie al progetto di ActionAid e FH55 Hotels

Tre anni fa abbiamo finanziato il progetto di accoglienza turistica a gestione locale di ActionAid in Myanmar, nella diga di Yin Taing Taung e quest’anno abbiamo deciso di rinnovare il nostro supporto per altri tre anni.

Progetto di accoglienza turistica a gestione locale di ActionAid in Myanmar, nella diga di Yin Taing Taung

Il progetto è riuscito a creare un reddito alternativo per le 1200 famiglie delle quattro comunità locali, che vivevano prevalentemente di agricoltura, e sta contribuendo anche all’emancipazione della donna all’interno della comunità, riconoscendole pari dignità e diritti.
Il ruolo della donna birmana, prima e dopo la costruzione della diga e della struttura ricettiva, è decisamente cambiato: se in passato i suoi compiti erano limitati all’approvvigionamento dell’acqua, ai lavori domestici e all’educazione dei figli, adesso ha un ruolo di primo piano nella gestione della comunità e del progetto di accoglienza turistica.

Emancipazione della donna all'interno della comunità, il ruolo della donna birmana

Chi meglio di una donna può raccontarci cosa ha significato per lei il progetto di accoglienza turistica a gestione locale di ActionAid nella diga Yin Taing Taung e come questo le abbia cambiato la vita?

La testimonianza di Yee Myint: come il progetto di ActionAid mi ha cambiato la vita

“Mi chiamo Yee Myint, ho 48 anni e vivo nel villaggio Inn Yaung. Il primo progetto di ActionAid nella nostra comunità ha portato la costruzione della diga di Yin Taing Taung per garantirci un accesso diretto all’acqua.

La testimonianza di Yee Myint, come il progetto di ActionAid mi ha cambiato la vita
Yee Myint

Oggi, grazie a questo progetto, nel mezzo della zona arida di Myaing, possiamo contare su una riserva d’acqua che supporta il sostentamento della nostra comunità, ma anche la biodiversità vulnerabile del terreno semi-arido dell’area.
Nonostante questa conquista, che ci ha permesso di coltivare alimenti per l’autoconsumo, le condizioni ambientali difficili non ci consentono di essere autosufficienti. Per questo la nostra comunità ha deciso di cercare altre fonti di reddito e insieme ad ActionAid abbiamo avviato un nuovo progetto: la costruzione del lodge di Community Based Tourism.

Lodge di Community Based Tourism, il nuovo progetto insieme ad ActionAid
Lodge di Community Based Tourism

Il lodge ospita i turisti che visitano l’area dei templi di Bagan e regala loro un’esperienza a stretto contatto con gli abitanti della nostra comunità.
Successo dopo successo, la nostra fiducia è cresciuta e anche le nostre idee. Quest’anno come comunità, abbiamo deciso di avventurarci in un’altra impresa sociale per la valorizzazione delle arti tradizionali del nostro popolo. Nel nostro villaggio, abbiamo scelto di imparare l’arte dei tessuti. Con mio marito lontano da casa per guadagnarsi da vivere, con i bambini a scuola e la stagione secca, ho colto l’occasione per unirmi alla formazione di tessitura di ActionAid.

Faces2Hearts in Myanmar: Claiming back our space!

"အခုဆိုရင် ကျွန်မက စကားထုတ်ပြောဖို့အတွက် ကိုယ့်ကိုယ်ကို ယုံကြည်မှုရှိလာပါပြီ!" လူ့အသိုင်းအဝိုင်းတွေထဲမှာ အမြစ်တွယ်နေတဲ့ ရှေးရိုးစွဲစံသတ်မှတ်ချက်တွေဟာ မြန်မာနိုင်ငံတစ်ဝှမ်းမှာရှိတဲ့ အမျိုးသမီးများစွာကို အခွင့်အလမ်းနည်းပါးမှုတွေ၊ ချို့တဲ့မှုတွေ၊ ငွေရေးကြေးရေးအရ သူတစ်ပါးအပေါ်မှာ မှီခိုနေရမှုတွေကို ဖြစ်ပေါ်စေပါတယ်။ကျွန်တော်တို့ရဲ့ #Faces2Hearts vloggers နှစ်ယောက်ဟာ လက်မှုပစ္စည်းတွေလုပ်ကိုင်ရင်းနဲ့ သူတို့ရဲ့အခွင့်အရေနဲ့နေရာတွေကို ပြန်လည်ရယူဖို့၊ ကျား/မခွဲခြားဆက်ဆံခံရမှုတွေကို တွန်းလှန်ဖို့ လုပ်ဆောင်နေတဲ့ ပုဂံမြို့က အမျိုးသမီးဦးရေ ၂၀၀၀ ရဲ့ အကြောင်းကို သွားရောက်လေ့လာခဲ့ပါတယ်။LIFT Myanmar မှတစ်ဆင့် ကျေးလက်ဒေသအမျိုးသမီးများအား ဥရောပသမဂ္ဂက ဘယ်လိုကူညီထောက်ပံ့နေတယ်ဆိုတာကို ဒီဗီဒီယိုလေးမှာ လေ့လာကြည့်ရှုနိုင်ပါတယ်။…"I am now confident enough to speak up!" Deeply rooted patriarchal norms continue to push too many women across Myanmar into disadvantaged, vulnerable and financially dependent living situations.Our #Faces2Hearts vloggers discovered the story of how 2,000 women in Bagan are now claiming back their space and are fighting gender inequalities through #handicraft.Watch the video below to see how the EU supports rural women through LIFT Myanmar and ActionAid Myanmar.

Posted by European Union in Myanmar on Tuesday, 28 January 2020

 

La prima parte della formazione mi ha insegnato a filare il cotone, l’estrazione naturale della tintura, il processo di tintura e la tessitura. Nella seconda, invece, ho imparato come creare modelli per gli abiti, cucire con la macchina e creare ricami. In soli due mesi siamo riusciti a connetterci al mercato locale che ci ordina regolarmente i longyis (abbigliamento tradizionale birmano), fazzoletti e coperte. Anche il nostro governo locale è di supporto.

Un'altra impresa sociale per la valorizzazione delle arti tradizionali, imparare l'arte dei tessuti

C’è molto da imparare e fare per garantire il successo di questa impresa sociale, ma ci sentiamo fiduciosi. Seppure sia presto immaginare che questa attività possa diventare un sostentamento alternativo al mio lavoro agricolo, è confortante sapere che se non avrò abbastanza raccolto per la stagione, la mia famiglia non sarà più costretta a soffrire la fame”.

Per realizzare le iniziative del progetto e aiutare i 1200 abitanti dei villaggi della diga di Yin Taing Taung, ci serve anche il tuo aiuto. Sostieni questo progetto di Community Based Tourism in Myanmar con la tua donazione!

IBAN IT26C0558401600000000051485 CAUSALE HVPR17 – FH HOTELS

Contribuirai a cambiare la vita a tante famiglie in Myanmar e soprattutto quella delle donne birmane!

 

Francesca Pallecchi
Redattrice

Tra un post e l’altro mi diletto con qualche concertino, un buon libro e un pizzico di meditazione. Ma niente mi rende più felice di viaggiare per il mondo zaino in spalla. Il mio motto è: l’importante è partire!

 

Leave A Reply