Il nostro viaggio in Myanmar per raccontare il progetto di accoglienza turistica di ActionAid

Il nostro gruppo alberghiero FH55 Hotels, dopo aver finanziato per tre anni il progetto di ActionAid di accoglienza turistica a gestione locale della diga Yin Taing Taung, è volato in Mynamar per toccare con mano i risultati raggiunti. A sole due ore di macchina dalla valle dei templi di Bagan, la guest house offre ai viaggiatori di tutto il mondo un’esperienza autentica, a stretto contatto con la natura e gli abitanti del posto.
Federico Isola e Silvia Bianchi sono i soci di FH55 Hotels che a marzo hanno visitato la struttura ricettiva, la cui gestione vede coinvolti tutti gli abitanti delle quattro comunità locali. All’arrivo gli ospiti sono accolti dal direttore Aung Min Naing e dalle persone che vi lavorano, con sorrisi e coloratissime corone di fiori.

Progetto di accoglienza turistica di ActionAid - Myanmar - FH55 Hotels
Benvenuti in Myanmar

Le strutture che si affacciano sul lago, popolato da varie specie di uccelli e pesci, sono costruite con materiali naturali, nel rispetto della cultura tradizionale e della sostenibilità ambientale e sono dotate di energia elettrica, acqua calda e ventilatori. È presente anche un centro congressi, dove si svolgono iniziative formative per le comunità e, la sera, attività di intrattenimento per gli ospiti della struttura.

Progetto di accoglienza turistica di ActionAid - Myanmar - FH55 Hotels
Guest House

A disposizione dei clienti anche un servizio di noleggio biciclette per visitare i quattro villaggi adiacenti alla guest house, attraversando un paesaggio di incontaminato fascino.

Progetto di accoglienza turistica di ActionAid - Myanmar - FH55 Hotels
Veduta sulla diga

Gli arredi della struttura, come le stoffe delle sedie e le tende, sono realizzate a mano dalle artigiane di MBoutik, impresa sociale di ActionAid con sede a Bagan. Il progetto coinvolge le donne di tutta la zona arida di Myaing che, grazie a questa iniziativa, oggi hanno un lavoro e la propria indipendenza.

Progetto di accoglienza turistica di ActionAid - Myanmar - FH55 Hotels
Artigiane di MBoutik – Bagan

Esemplari di questo artigianato locale, tra cui bracciali e collane di legno fossilizzato, lavorato e levigato come fosse pietra, possono essere acquistati presso la struttura ricettiva come ricordo di quest’esperienza fuori dai comuni percorsi turistici.
Grazie alla guest house le donne dei villaggi hanno una concreta possibilità di miglioramento – sostiene Silvia Bianchi, socia di FH55 Hotels. La loro voglia e passione di imparare ed emanciparsi mi hanno colpito, sono aperte al confronto e molto ricettive. Ho consigliato loro un progetto per riorganizzare l’allestimento della struttura: un parcheggio per radunare tutte le biciclette e l’utilizzo dei fiori delle ghirlande di benvenuto come decoro dell’ambiente.

Progetto di accoglienza turistica di ActionAid - Myanmar - FH55 Hotels
Silvia Bianchi e Isabella Nicoli

Gli ospiti hanno il privilegio di vivere a stretto contatto con gli abitanti del posto, assaggiare piatti tipici, come la gustosa carne cotta sotto terra, entrare nel vivo delle attività quotidiane delle comunità e assistere agli spettacoli serali, tra cui le danze tradizionali.

Progetto di accoglienza turistica di ActionAid - Myanmar - FH55 Hotels

“Vedere con i miei occhi il supporto che questa impresa solidale è riuscita a dare alle famiglie della zona, è stato emozionante – commenta Federico Isola, CEO di FH55 Hotels. Gli abitanti dei quattro villaggi che gestiscono la guest house sono molto più che semplici addetti, sono parte integrante del progetto e lavorano con un’attenzione estrema, sempre pronti ad apportare migliorie. Tutto è molto curato, a partire dalla cucina, che è varia, con pesce, carne bianca e frutta”.
Alcune sedie in bambù sono a disposizione dei viaggiatori per rilassarsi a fine giornata e gustarsi il calar del sole sullo specchio d’acqua.

Progetto di accoglienza turistica di ActionAid - Myanmar - FH55 Hotels

Prima di andare via, ogni ospite è invitato a interrare un albero nella piantagione della struttura in ricordo della sua permanenza: un segno indelebile del suo passaggio, ma anche un simbolo di prosperità per il futuro.

Progetto di accoglienza turistica di ActionAid - Myanmar - FH55 Hotels
Silvia Bianchi – FH55 Hotels

“In Italia e in tutti i paesi in cui ActionAid è presente, l’obiettivo mio e di tutti i colleghi è quello di costruire un mondo più equo e giusto per tutti. E lo facciamo mettendo al centro le persone, affinché possano avere gli strumenti necessari per rivendicare i propri diritti e portare il cambiamento desiderato nelle loro vite – commenta Isabella Nicoli di ActionAid. Questo bellissimo progetto, realizzato anche grazie all’impegno di FH55 Hotels, ne è un chiaro esempio: sono le comunità locali a essere le vere protagoniste, dalla gestione della guest house ai servizi per i turisti. Dopo due anni, gli abitanti possono davvero dire che le loro vite stanno cambiando positivamente. E per quello che ho potuto vedere, credo davvero che sia solo l’inizio”.

La raccolta fondi per realizzare questo progetto è ancora aperta. Dona adesso!

IBAN IT26C0558401600000000051485 CAUSALE HVPR17 – FH HOTELS

Continua a seguirci! Presto sul nostro blog le testimonianze delle persone che hanno visitato la struttura ricettiva della diga Yin Taing Taung.

 

Francesca Pallecchi
Redattrice

Tra un post e l’altro mi diletto con qualche concertino, un buon libro e un pizzico di meditazione. Ma niente mi rende più felice di viaggiare per il mondo zaino in spalla. Il mio motto è: l’importante è partire!

 

Leave A Reply